Un luogo di pace e di spiritualità, importante dal punto di vista storico, che conserva numerose e splendide opere d'arte.

Santuario della Madonna del FrassinoIl cinquecentesco santuario è stato eretto dove un contadino minacciato da un serpente vide apparire, tra i rami di un frassino, una statuetta in terracotta raffigurante la madonna
Pregandola di salvarlo venne esaudito e nei giorni successivi l'albero divenne meta di devozione.

Con il passare dei mesi pellegrinaggi ed offerte continuavano ad aumentare così fu eretta una prima cappella, che oggi è il cuore del complesso.
Successivamente furono costruiti la chiesa e un convento per i frati francescani che custodiscono il santuario.

Chiostro del Santuario della Madonna del FrassinoLe arcate della facciata della chiesa e dei chiostri sono affrescate come le pareti sopra il Coro all'interno della chiesa.
Quasi tutte le opere artistiche risalgono al 1600 e sono state periodicamente restaurate per conservare il loro antico splendore.

Tra le opere di maggiore impatto visivo si annoverano il Mobile dell'Organo, una scultura lignea dorata e decorata, le decorazioni della Cappella del Santissimo Sacramento e la Cappella della Madonna, sontuosamente impreziosita da tele, fregi e stucchi dorati.
Interno del Santuario della Madonna del FrassinoGli artisti che hanno contribuito alle decorazioni sono stati Paolo Farinati, che fu ospite del convento per alcuni anni, Domenico Muttoni, Giambattista Reti e il monaco Giovanni Antonio Simbenati.